Skip to Content

Grandezza del testo

Current Size: 100%

Stile pagina

Current Style: Standard

Primo piano

SEGNALAZIONE DANNI EVENTO CALAMITOSO 29-30 OTTOBRE 2018

Facebook  twitter
temporale.jpg

Secondo le disposizioni di cui alla Delibera di Giunta Regionale n° 1562 del 16.12.2011, modificata con D.G.R. n° 1000/2015 e D.G.R. n° 1052/2015, in conseguenza degli eventi alluvionali occorsi il 29 e 30 ottobre, sono state attivate – da parte della Regione Liguria – le procedure per la segnalazione dei danni occorsi:

La SCADENZA della segnalazione è fissata, inderogabilmente, per il 29 Novembre 2018, secondo le seguenti modalità di presentazione delle domande:

- ai SOGGETTI PRIVATI (persone fisiche, famiglie e condomini ed anche le persone giuridiche diverse dalle imprese che perseguono scopi di natura sociale, cioè Associazioni, Fondazioni, Enti anche religiosi) attraverso il Modello D da consegnarsi presso il Comune nel cui territorio è avvenuto il danno. Istruzioni per la compilazione (Modello D0).

- alle ATTIVITÀ' AGRICOLE ed equiparate (acquacoltura) i modelli di segnalazione danno (Modello E ) si consegnano presso la Regione Liguria - Ispettorato Agrario di Savona.

- alle ATTIVITÀ' ECONOMICHE e PRODUTTIVE (NON AGRICOLE) Per le attività economiche diverse dall'agricoltura, che svolgono in tutto o in parte la propria attività in immobili di proprietà di terzi, i modelli di segnalazione danni (Modello AE) la cui compilazione ("Disposizioni x segnalazioni danni attività non economiche") è di competenza delle stesse attività, si consegnano alla Camera di Commercio competente per territorio.

I modelli di compilazione sono disponibili nella modulistica allegata e reperibili anche su lsito della regione Liguria ai seguenti link:

Regione Liguria - Segnalazione danni beni privati

Regione Liguria - Segnalazione danni attività economiche

Regione Liguria - Segnalazione danni attività agricole


Data ultimo aggiornamento: 15 novembre 2018

ILLUMINAZIONE PUBBLICA: SEGNALAZIONE GUASTI

Facebook  twitter
enel sole segnalazioni_0.jpg

L'Amministrazione Comunale, in collaborazione con Enel SOLE - Società del Gruppo ENEL - ha attivato una serie di servizi dedicati all'illuminazione pubblica. Tra questi ultimi, si segnala un numero verde per la gestione della segnalazione di guasti sugli impianti di illuminazione pubblica. Tutti i punti luce comunali sono stati numerati ed inventariati, al fine di facilitarne l'individuazione per la corretta segnalazione degli eventuali guasti.

Istruzioni per la segnalazione dei guasti:

1) leggere il numero riportato sulla targhetta applicata sul palo relativo al punto luce guasto;

2) se il numero non è leggibile, verificare il numero civico della piazza, via o corso più vicini al punto luce;

3) chiamare il numero verde ed indicare all'operatore: la città, il tipo di guasto, la via, il numero del punto luce o il numero civico più vicino al punto luce

In caso di

- SEGNALAZIONE DI LAMPADE SPENTE

- INFORMAZIONI O RECLAMI

è possibile utilizzare i seguenti recapiti::

- Numero verde 800901050

- FAX : 800901055

- MAIL:sole.segnalazioni@enel.com

La telefonata è GRATUITA, il numero verde è attivo 24 ore su 24 - 365 giorni all’anno


Data ultimo aggiornamento: 15 novembre 2018

Cerimonia di INTITOLAZIONE DEL NUOVO PONTE “ROBERTO PELUFFO”

Facebook  twitter
Inviti Intitolazione ponte Peluffo.png

L’Amministrazione Comunale di Vado Ligure INVITA TUTTA LA CITTADINANZA

SABATO 17 NOVEMBRE 2018 alla Cerimonia di INTITOLAZIONE DEL NUOVO PONTE “ROBERTO PELUFFO” (Sindaco di Vado Ligure dal 1990 al 2004).

H. 10.00  - PRESSO IL COMUNE DI VADO LIGURE

H. 10.30  - CERIMONIA E SCOPERTURA DELLA TARGA

All'inizio del suo primo mandato la città era in grave crisi, economica e sociale.

Con dedizione quotidiana, capacità di ascolto, visione verso il futuro e coraggio, è stato capace, insieme con coloro che hanno condiviso il suo impegno nell'Amministrazione Comunale, di ridare slancio alle attività, di rendere Vado più bella e accogliente, di dare vita a servizi e spazi urbani, nelle frazioni come nel centro cittadino.

A lui si devono iniziative e opere come, per esempio, nuove aree verdi e parchi gioco, nuovi parcheggi nel centro cittadino, la costruzione della nuova Casa di Riposo, la riqualificazione delle aree ex SIRMA.

Anche la realizzazione del ponte che oggi gli viene intitolato nasce da quel suo stesso impegno nel mettere in sicurezza il territorio dai rischi alluvionali, che seguì l’alluvione del settembre 1992 e l’ampliamento della foce del Torrente Quiliano.

Con massima stima e riconoscenza il suo territorio lo ricorda.


Data ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018

"CLELIA CORRADINI" diventa il simbolo vadese contro il femminicidio

Facebook  twitter
progetto cleclia.jpg

Domenica 25 Novembre ore 15.30 presso sala Fisios Via sabazia 30, Vado Ligure ci sarà la presentazione del Progetto CLELIA rivolto alla sensibilizzazione della popolazione su un tema purtroppo attuale come il femminicidio. Si alterneranno momenti musicali a racconti in prima persona.

Seguirà posa ed inaugurazione di un tabellone presso il Monumento dedicato a Clelia Corradini.

Mercoledì 23 Agosto 1944 è stata assassinata a Vado dai nazifascisti l’operaia CLELIA CORRADINI vedova con 3 figli ed i vecchi genitori a carico. Arrestata assieme ad altri pacifici cittadini vadesi subiva lunghe torture e sevizie di ogni sorta. Accusata di essere una Patriota dei Gruppi di Difesa della Donna e di avere un figlio - Sergio - combattente nelle file dei partigiani, i suoi carnefici tentarono con i mezzi più brutali di strapparle delle delazioni; ma non riuscirono a nulla. Il fiero comportamento dell’eroica Madre fu meraviglioso! Essa si mantenne calma ed irremovibile sopportando impavida le peggiori torture fisiche e morali. Viste inutili le minacce e le selvagge torture i suoi aguzzini la condussero in un prato per fucilarla. Per ben 4 volte le spianarono contro i moschetti per intimorirla e farla parlare; ma inutilmente! La fiera volontà dell’Eroina era più forte della morte: essa superò vittoriosamente anche questa terribile, inumana prova! L’ufficiale che comandava il plotone di esecuzione ordinò il fuoco ma Clelia davanti al plotone di esecuzione, ebbe ancora il coraggio di gridare "Ma non ce l'avete una madre?" facendo decidere i soldati a deporre le armie si rifiutarono di sparare: (forse qualcuno si ricordò di avere una madre). Allora l’ufficiale stesso, impugnato un mitra lo scaricava freddamente e bestialmente sulla vittima. Prima di cadere la CORRADINI gridava: “Sergio vendicami!” L’esortazione al figlio combattente per la libertà, è stato l’estremo gesto virile di sfida e di condanna, contro l’odiato oppressore nazifascista, di questa madre esemplare. Con il suo nobilissimo sacrificio, Essa assurge a simbolo della fierezza e del patriottismo delle donne del Savonese. MA IL SUO SACRIFICIO NON È STATO VANO!

Perchè ancora oggi i Volontari della C.R.I. Comitato di Vado Ligure-Quiliano, trovano in lei l'ispirazione per sentirsi partigiani del proprio tempo, cercando di aiutare chi ha bisogno dedicandogli il proprio tempo libero. E  proprio ripensando a Clelia Corradini, si  sono resi conto che quasi nessuno sa chi sia, quasi nessuno sa cosa ha dovuto affrontare e quasi nessuno sa della presenza di un monumento a Lei dedicato. Pensando a Lei, hanno pensato alle vittime del femminicidio e a quanto Clelia potrebbe esserne un simbolo. 

Nasce così il Progetto CLELIA! Per sensibilizzare la popolazione su un tema troppo importante come il femminicidio. Iniziando ad insegnare il rispetto della donna a partire dai bambini fino ad arrivare agli anziani, fare in modo che si smetta di pensare che esistano lavori da donna e lavori da uomo, sport da donna e sport da uomo….cercando di cancellare le differenze stupide. Uomo e donna sono diversi ma possono comunque fare le stesse cose magari in maniera diversa. Non perchè siano tutti uguali, ma perchè al contrario siano tutti meravigliosamente unici.


Data ultimo aggiornamento: 12 novembre 2018

CARTA D'IDENTITÀ ELETTRONICA: attivo il nuovo servizio!

Facebook  twitter
POST SITO CIE.png

Presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Vado Ligure è attivo il nuovo servizio di rilascio della carta d’identità elettronica (C.I.E)

DOVE SI RICHIEDE? 

CHE DOCUMENTI OCCORRONO?

QUANTO COSTA? 

...E PER I MINORI?

Consulta l'INFOGRAFICA che trovi in allegato per scoprire TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI su come ottenerla ma ricorda che le carte di identità cartacee continuano ad essere valide fino alla loro scadenza!

 Disponibili in allegato anche:

- modello per l'assenso al rilascio della CIE a minori

- modello di delega al ritiro

 

Per ulteriori informazioni contattare il numero 019 886420

REV INFOGRAFICA CIE.png

Data ultimo aggiornamento: 5 novembre 2018

LA GRANDE GUERRA – celebrazioni del centenario della fine del primo conflitto mondiale 1918 - 2018

Facebook  twitter
LA GRANDE GUERRA.PNG

La guerra che verrà/ non è la prima. Prima / ci sono state altre guerre. / Alla fine dell’ultima / c’erano vincitori e vinti./ Fra i vinti la povera gente/ faceva la fame. Fra i vincitori/faceva la fame la povera gente egualmente (Bertolt Brecht, La guerra che verrà).

Ricorre quest’anno il centesimo anniversario della conclusione della prima Guerra Mondiale, la Grande Guerra. Oltre un milione di vittime per una pagina storica tra le più tragiche del Novecento, un conflitto nel quale l’Italia si presentò per la prima volta come stato unito e che verrà degnamente ricordato anche nei Comuni di Vado Ligure e di Quiliano con una serie di iniziative: mostre, conferenze e proiezioni.

PROGRAMMA COMPLETO IN ALLEGATO.

La Grande Guerra-1.jpg

Data ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2018

AVVISO CAMBIO SEDE DELLE RIUNIONI DEL CONSIGLIO COMUNALE

Facebook  twitter
avviso 3.jpg

Si informa che dal mese di luglio le sedute consiliari si svolgono presso l'ex aula informatica dell'Istituto Comprensivo di Vado Ligure - Scuola Secondaria di Primo Grado "A. Peterlin" in Via XXV Aprile 6


Data ultimo aggiornamento: 30 ottobre 2018

SEGNALAZIONE URGENTE DI GUASTI E INTERRUZIONE CORRENTE

Facebook  twitter
enel.jpg

PER SEGNALAZIONI URGENTI è possibile CONTATTARE ENEL DISTRIBUZIONE al 

NUMERO VERDE 803500 
Si tratta di un numero gratuito raggiungibile sia da rete fissa che cellulare, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.


Data ultimo aggiornamento: 29 ottobre 2018

NUMERI D'EMERGENZA

Facebook  twitter
numeri di emergenza (1).png

Si ricorda che E' ATTIVO IL NUMERO D'EMERGENZA 019 2160016 fino alle ore  24.00

Oltre tale orario è possibile contratte il NUMERO UNICO 112


Data ultimo aggiornamento: 29 ottobre 2018
Condividi contenuti