Richiesta del 02/07/2008



Vado Ligure 01/06/08

 

Carissimo Sindaco di Vado Ligure, sono un Vadese dalla nascita e oggi ho deciso di scriverle perché credo sia giusto che Lei e tutta la Sua giunta (forse sarebbe meglio chiamarla BANDA, ma come dice lei oggi su “La Stampa”: “al di la delle battute”) possiate prendere atto di alcune riflessioni che sempre più miei, e sottolineo MIEI concittadini, sono costretti a fare quotidianamente leggendo sui giornali locali gli sviluppi sul caso Maersk. Prima di tutto vorrei fare una comparazione con i lavori eseguiti per collegare la vecchia super strada con il porto, attraverso il ponte che passa sopra la Vetrotex e attraversa la collinare S. Genesio mediante i due tronchi di gallerie fino a Porto Vado/Bergeggi. Andando a memoria queste opere sono state iniziate circa 17 / 18 anni orsono, e sono state inaugurate soltanto all’inizio di quest’anno. In poche parole per realizzare un’opera che, sia economicamente che tecnicamente, credo sia circa un decimo della nostra tanto necessaria piattaforma avete impiegato quasi 20 anni. A questo punto Le chiedo: come pensate di gestire un cantiere di quel peso e dimensioni? Ci dobbiamo aspettare 200 anni di lavori? Oggi su “La Stampa”, Lei, caro Sindaco, ironizza sul numero dei partecipanti alla manifestazione che si è svolta domenica nel suo Comune, Le ricordo abbiamo vinto la bandiera nera per DEMERITI ambientali, ma il punto della mia riflessione non è certo l’odierno risultato. per altro scontato, io ritengo che le amministrazioni di Vado Ligure degli ultimi 30 anni si siano ampiamente prodigate per ottenere questi “lusinghieri” risultati! Il punto è Caro Sindaco, come si permette Lei di ironizzare sui numeri quando Lei e la Sua Giunta avete indetto una consultazione popolare, L’avete AMPIAMENTE PERSA, e ora ne ignorate i numeri e l’esito? Vorrei che fosse chiaro una volta per tutte, tra persone adulte e intelligenti. I numeri contano solo a Suo/Vostro favore? Quello che Lei pontifica in politichese sulla stampa è OFFENSIVO nei confronti di chi Vado Ligure la vive e vuole continuare a viverla serenamente. Io, e credo di non essere il solo (ma cosa parlo a fare di numeri con lei), sono stufo di leggere che se si asfalterà il mare per una superficie pari a 40 campi da calcio, se si riuscirà a far transitare 1000 autoarticolati al giorno tra Porto Vado e Bossarino, e se si riuscirà a creare 20 nuovi posti di lavoro nei prossimi 20 anni di investimenti assurdi e sconsiderati, dovremmo pure dirvi grazie perché secondo Voi Vado sarà migliore? Mi scusi, ma con chi crede di parlare? Tutti sappiamo che quando una giunta vince con largo margine le elezioni è legittimata a fare e disfare tutto ciò meglio gli passa per la mente, ma tra l’altro assumere l’unico vero oppositore alla vostra forza politica lo trovo veramente di cattivo gusto. Intendiamoci, di cattivo gusto per me, ovviamente un’idea geniale per Voi. Accetti un consiglio dato dal cuore di un Vadese anzi SEGNESE , faccia fare un articolo per dare notizia alla popolazione tutta dove annuncia con sincerità “ che la torta di riso è finita” parafrasando un celebre comico…. Per finire Le chiedo di pubblicare le lettere e i pensieri dei cittadini che come me vogliano interloquire sul sito del Comune, sarebbe a mio avviso molto più democratico che gestirle unilateralmente come fate ora. Con l’occasione Le chiedo scusa se il mio/nostro pensiero La può urtare, ma Le ricordo che il mio senso civico mi spinge ad occuparmi dell’ambiente che circonda me e i miei cari, e, il pensiero che chi ha beneficiato del mio voto per farLe un’opposizione sana e forte, facendo dell’antipiattaforma il suo cavallo di battaglia ora le siede a fianco allegramente…….. mi scusi si metta nei miei panni, ma a me viene il volta stomaco.

Restando a Sua disposizione per la sicura e celere risposta, sempre che la ritenga necessaria, Le invio i miei più cordiali saluti, Stefano Bosano stefanobosano@virgilio.it