Disciplina della circolazione stradale sulla strada di scorrimento

COMUNE DI VADO LIGURE Provincia di Savona COMANDO POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA N. 27 OGGETTO: Disciplina della circolazione stradale sulla strada di scorrimento IL COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE CONSIDERATA la necessita’, a tutela della pubblica incolumita’ e del pubblico interesse, di disciplinare la circolazione stradale nella strada di scorrimento per la parte di proprietà di questo Comune, interamente a suo tempo inserita nel centro abitato di Vado Ligure con deliberazione di Giunta Comunale n.328 del 21/5/93 , al fine di regolamentare la velocità massima ammissibile differenziandola, tratto per tratto, a seconda delle caratteristiche e dei pericoli; PRESO ATTO che il comma 1 dell’art. 142 del Codice della Strada prevede la possibilità di innalzare, all’interno dei centri abitati, la velocità massima fino al limite di 70 Km/h laddove le caratteristiche della strada lo consentano; CONSIDERATO che la strada di scorrimento, pur essendo inserita nel centro abitato, presenta caratteristiche particolari a tutela della sicurezza del traffico, essendo interamente a doppia corsia per direttrice di marcia separate da guard rail centrale, prive di traffico pedonale e normalmente scarsamente interessata da transito di velocipedi; RITENUTO opportuno provvedere ad una rivisitazione delle velocità massime ammissibili a seguito sia di rinnovamento della segnaletica orizzontale e delle strutture stradali a protezione dello sbandamento dei veicoli (guard rail) recentemente attuato che dello studio effettuato da questo Comando sul seguente binomio: spazio di avvistamento fra due veicoli conflittuali - spazio di frenata rapportato al coefficiente di attrito più sfavorevole ( strada bagnata) al fine di stabilire la velocità massima prudenziale che possa essere imposta per i singoli tratti di strada ove esistono possibili cause di pericolo dovute ad intersezioni od immissioni laterali di veicoli; RITENUTO altresì necessario regolamentare la viabilità imponendo divieti e limitazioni che, tenuto conto dell’andamento della strada nelle singole tratte, impongano comportamento consoni alle condizioni della strada ed ai pericoli potenziali in atto; RICHIAMATA l’opportunità di fissare limiti di velocità che non siano eccessivamente restrittivi e siano giustificabili e condivisibili dall’utenza al fine di rafforzarne la credibilità e la relativa osservanza ; VISTI gli artt. 5,6e7 del D.Leg.vo 30 Aprile n.285, recante il testo del “Nuovo Codice della Strada”; VISTA la propria competenza a regolamentare la materia della viabilita’ urbana ai sensi dell’art. 107 del T.U.E.L. e dello Statuto Comunale, ribadita dalle sentenze del T.A.R. Veneto sez. I 19/9/2002 e T.A.R. Campania Sez. I 12/07/2004 N.10085; VISTO l’atto n.7 del 04/02/2005 di nomina del responsabile del settore P.M. e relativa posizione organizzativa emesso dal Sindaco di Vado Ligure, che lo rende competente all’emissione della presente ordinanza; SENTITO il parere dei competenti Uffici Comunali laddove necessario; ORDINA L’istituzione della seguente segnaletica stradale: nella strada di scorrimento per la parte di competenza del Comune di Vado Ligure in quanto proprietario, direttrice di marcia da Savona verso Vado, verranno adottati i seguenti provvedimenti a tutela della sicurezza del traffico: dalla progressiva chilometrica pari a Km 1,570 provenendo da Savona, corrispondente all’inizio del territorio comunale di Vado Ligure, la strada presenta un restringimento di corsia con divieto di sorpasso ed obbligo di rientro sulla sinistra per tutti i veicoli a seguito della creazione della corsia specializzata di svolta a destra per l’uscita dei veicoli sulla via Sardegna posta alla chilometrica 1,870, in tratto di strada accentuatamente curvilineo verso destra. E’ prevista anche l’uscita dei veicoli dalla via Sardegna sulla strada di scorrimento con corsia di immissione appositamente creata con segnaletica orizzontale ed isola spartitraffico sul lato destro della strada di scorrimento. La distanza di avvistamento fra i veicoli transitanti sulla strada di scorrimento provenienti dalla curva destrorsa ed i veicoli in uscita dalla via Sardegna risulta pari a metri 75. In base a tale distanza si può calcolare il prudenziale limite massimo di velocità secondo il seguente sistema: si calcola un tempo di reazione fra l’avvistamento del pericolo e l’inizio di frenata pari a 0,5 secondi, durante i quali il veicolo percorre una distanza di metri 6,9 alla velocità di 50 km/h., portando la distanza residua a metri 68. Si ipotizza la casistica più sfavorevole di strada bagnata per pioggia per il calcolo degli spazi di frenata. Per le autovetture e motocicli, la distanza residua di metri 68 calcolata in base alle tabelle tecniche in materia è pari ad una velocità di 70-75 km/h. Tale calcolo, approssimato lievemente in difetto per garantire comunque spazi di frenata sufficienti in ogni caso, può ragionevolmente indicare una velocità massima ammissibile di 60 km/h per coprire la quale servono metri 47. Pertanto in tale tratto di strada si impone il limite massimo di velocità di 60 km/h per tutti i veicoli. Dalla progressiva chilometrica pari al km. 1,900 all’inizio della rotatoria di Bossarino posta al km 2,820, la strada presenta andamento prevalentemente rettilineo e comunque con curve dolci che consentono ampie visibilità ai veicoli transitanti sulla strada di scorrimento nonché in fase di attraversamento dell’intersezione antistante all’accesso Tirreno Power ovvero di immissione dall’accesso Tireno Power, dalla strada vicinale Tana e dall’accesso al parcheggio autocarri Infineum. Considerando altresì che tale strada è pur sempre inserita nel centro abitato e che possono presentarsi veicoli pesanti e lenti nell’attraversamento e nell’immissione sulla strada di scorrimento, si può prudenzialmente stabilire il limite massimo di velocità su 70 km/h. E’ imposto divieto di sorpasso per i veicoli transitanti fra la chilometrica 1,570 e l’intersezione con via Sardegna posta alla chilometrica 1,870 , con obbligo di rientro a sinistra al km 1,720. E’ fatto obbligo ai veicoli transitanti fra il km 1,720 ed il km 1,870 diretti verso la rotatoria di Bossarino di procedere sulla corsia specializzata di sinistra, con divieto di transito sull’isola spartitraffico posta nell’intersezione con via Sardegna a protezione dei veicoli in immissione da tale via verso la strada di scorrimento. E’ fatto obbligo ai veicoli diretti verso la via Sardegna di utilizzare la corsia specializzata per la svolta a destra. E’ fatto obbligo ai veicoli in uscita dalla via Sardegna per l’immissione sulla strada di scorrimento di utilizzare la corsia specializzata di immissione, concedendo precedenza ai veicoli provenienti sulla sinistra dalla strada di scorrimento quando dovranno portarsi a sinistra per l’obbligo espressamente imposto dalla segnaletica orizzontale e verticale. Dalla chilometrica 1,870 alla chilometrica 2,370 è imposto divieto di sorpasso per tutti i veicoli in considerazione della presenza di intersezioni ed accessi laterali. Nell’opposta direttrice di marcia da Vado verso Savona saranno imposti i seguenti provvedimenti segnaletici: l’intera tratta di strada comunale , direzione da Vado verso Savona, posta fra la chilometrica 0,000 corrispondente alla rotatoria di Bossarino e la fine del territorio comunale di Vado Ligure posta al km 1,300 , presenta andamento pressochè rettilineo e pur essendo interessata da un punto di possibile attraversamento situato all’intersezione antistante alla ditta Infineum posta al km. 0,600, considerabile come punto più pericoloso, ivi presenta una distanza di avvistamento fra veicoli conflittuali pari a metri 130 tale da garantire comunque uno spazio di frenata, in qualsiasi condizione atmosferica, in grado di consentire l’arresto dei mezzi. Esistono due confluenze : con la via Battisti al km 0,750 e con la via Italia al km 0,900 per l’uscita verso detta via ed al km 1,00 per l’immissione da suddetta via, ma entrambi con spazi di manovra ben segnalati ed ampi, tali da consentire una velocità massima imponibile di 70 km/h, la massima ammissibile nel centro abitato. E’ pertanto imposto limite di velocità di 70 km/h per tutti i veicoli. Ai sensi dell’art. 148 comma 12 è vietato il sorpasso in prossimità o corrispondenza delle intersezioni, senza che vi sia obbligo di esposizione di specifico cartello. Stante le caratteristiche della strada, con traffico organizzato in due corsie per senso di marcia delimitate a lato destro della strada da linea di margine continua, nonché l’estrema pericolosità costituita da veicolo in sosta o fermata sulla carreggiata, ai sensi dell’art. 158 comma 1 del C.d.S. viene imposto divieto di fermata e sosta su tutta la tratta di strada di scorrimento di proprietà del Comune di Vado ligure, in entrambe le direttrici di marcia. Il divieto comporta la rimozione forzata dei veicoli inadempienti ai sensi dell’art. 159 comma 1 del C.d.S. Trattandosi di divieti imposti direttamente dalle norme di comportamento del Codice, non è necessario evidenziarli con segnaletica verticale. Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ai sensi dell’art. 37 del Codice della Strada entro 60 giorni dalla data di emissione del presente provvedimento, con le modalità previste dall’art. 74 del regolamento di esecuzione del C.d.S. L’ufficio di Polizia Municipale, tramite il servizio segnaletica, e’ incaricato della collocazione della regolare segnaletica. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza. Dalla Residenza Municipale, lì 25/05/2005 IL COMANDANTE DELLA P.M.Commissario Superiore Fulvio Bono